FONDI UE

Via Carpatia l’investimento prioritario dell’UE

La Via Carpatia è stata inserita nell’elenco UE degli investimenti prioritari nell’ambito del fondo Unendo l’Europa, diventando un investimento strategico non solo per la Polonia, ma anche per l’intera Europa.
La Via Carpatia è un corridoio internazionale di trasporto che collega il nord e il sud dell’Europa, che conduce da Klaipeda in Lituania, attraverso la Polonia orientale, Slovacchia, Ungheria, Romania (fino al porto di Constansa sul Mar Nero) con tratti transfrontalieri della Bielorussia e Ucraina, fino in Bulgaria e Grecia (Salonicco sul Mar Egeo).

Il fondo Unendo l’Europa è lo strumento che per il periodo 2021-2027 attuerà investimenti chiave per l’Unione Europea nel settore dei trasporti.

La lunghezza del tratto polacco della Via Carpatia è di circa 760 km. Il Programma Governativo per la Costruzione di Strade Nazionali per il periodo 2014-2023 (con prospettive fino al 2025) prevede la costruzione del percorso come principale priorità dell’ investimento.

I paesi interessati alla costruzione della Via Carpatia: la Polonia, la Bielorussia, la Bulgaria, la Croazia, la Lituania, la Romania, la Slovacchia, la Turchia, l’Ucraina, l’Ungheria hanno inoltre firmato alla presenza dei rappresentanti della Commissione Europea una proposta congiunta da sottoporre alla Commissione Europea di inserire questa rotta nella Rete Transeuropea di Trasporto TEN-T. – Chiediamo il riconoscimento delle rotte della via Carpatia come rotta basilare della rete di comunicazione dell’Unione Europea “- ha dichiarato il Ministro delle Infrastrutture Andrzej Adamczyk nel corso di una conferenza stampa.
Gli inizi della Via Carpatia risalgono al 2006 e agli sforzi dei ministri dei trasporti della Lituania, Polonia, Slovacchia e Ungheria.

Fonte: PAP