FONDI UE

Incentivi d’innovazione per le PMI – reclutamento del 2019

La PARP (Agenzia Polacca per lo Sviluppo delle Imprese) inizierà a partire dal 20 marzo 2019 l’accettazione di domande inerenti la misura 2.3.2 del Programma Incentivi per l’innovazione destinati alle micro, piccole e medie imprese – provenienti dall’intero territorio nazionale. Nell’ambito del reclutamento gli imprenditori potranno presentare domanda di finanziamento per la realizzazione dei progetti comprendenti l’acquisto di un servizio consistente nella elaborazione di prodotti nuovi o significativamente migliorati, o di servizi, tecnologie, oppure nuovi progetti di design.

Il cofinanziamento nell’ambito della sottomisura sarà erogato nell’ambito degli aiuti de minimis, conformemente alle disposizioni del regolamento della Commissione Europea (CE) n. 1407/2013.
Il valore minimo dei costi ammissibili del progetto sarà pari a 60 000.00 zł, il valore massimo dei costi ammissibili del progetto sarà di 400 000.00 zł.

Potranno candidarsi esecutori di detti servizi le unità di ricerca – ai sensi dell’art. 2 punto 9 della normativa sui principi di finanziamento della scienza, con sede legale nel territorio della Repubblica di Polonia:
1) aventi assegnata la categoria accademica di A +, A o B, di cui all’art. 42 par. 3 della legge sui principi di finanziamento della scienza; oppure
2) società mirate istituite negli atenei, di cui all’art. 86a paragrafo 1 della legge 27 luglio 2005. Legge sull’istruzione superiore (G.Uff.le del 2017, pos. 2183, con ult. modificazioni) oppure società mirate istituite da unità scientifiche; oppure
3) centri di trasferimento tecnologico universitario, di cui all’art. 86 par. 1 della legge sull’istruzione superiore; oppure
4) imprenditori aventi lo status di centro di ricerca e sviluppo, di cui all’art. 17 sec. 1 della legge del 30 maggio 2008 su alcune forme di sostegno all’attività innovativa (Gazzetta Ufficiale del 2018, pos. 141, con ult. modificazioni); oppure
5) laboratori accreditati (in possesso di accreditamento del Centro Polacco per l’Accreditamento) o laboratori notificati da enti, di cui all’art. 21 par. 1 della legge del 30 agosto 2002 sul sistema di valutazione della conformità (Gazzetta Ufficiale del 2017, pos. 1226, con successive modificazioni).
E quindi, se un imprenditore ha un’idea innovativa che richiede la cooperazione con degli scienziati, questa è l’invito perfetto per ottenere un sostegno alla cooperazione con circa un migliaio di unità scientifiche, presenti sulla lista dei fornitori di servizi per le PMI. Si tratta quindi di facoltà selezionate di università, di centri di ricerca e sviluppo, di centri di trasferimento tecnologico, di laboratori certificati, ecc.
Inoltre, grazie alla divisione della misura in due componenti (di servizio e di investimento), nei futuri reclutamenti di domande, vi è la possibilità di ottenere un finanziamento per i lavori di implementazione, dopo il completamento del componente di servizio. Il reclutamento di richieste inerenti le componenti di investimento è pianificato a partire dal mese di aprile 2019.

Autore: Barbara Chaczko, responsabile dell’ufficio progetti di Bosetti Global Consulting