FONDI UE

Finanziamento per innovazioni tecnologiche per micro, piccole e medie imprese – II reclutamento nel 2018

Dall’8 ottobre 2018 gli imprenditori potranno nuovamente quest’anno inviare le richieste di finanziamento nell’ambito della Sottoazione 3.2.2 “Finanziamento dell’innovazione tecnologica”. La richiesta di finanziamento per il progetto potrà essere presentata nel periodo: dall’8 ottobre 2018. fino al 26 aprile 2019. L’ammontare approssimativo dei fondi previsti e dedicati a stanziare nell’ambito del prossimo reclutamento è di 350 milioni di zloty.
Analogamente al precedente, il prossimo reclutamento sarà diviso in round. Questa volta, sono previsti 6 round, nelle seguenti scadenze:
dall’8 ottobre 2012 al 7 novembre 2018 (1 round);
dall’8 / 11/201 al 6/12/2018 (2 round);
dal 7/12/2018 al 24.01.2019 ( 3 round)
dal 25/01/2019 al 28/02/2019 ( 4 round );
dall’1 / 03/2017 al 10/04/2019 (5 round);
dall’11 / 04/2013 al 26/04/2019 (6 round), entro le ore 16.00.

Ciò che rende attraente il prossimo reclutamento è in larga misura la forma scelta per il sovvenzionamento, che verrà concesso a titolo di premio tecnologico, e sarà pagato una tantum, al completamento del progetto e una volta controllati gli investimenti da parte dell’istituto supervisore BGK. L’ammontare massimale del premio tecnologico è di 6.000.000 PLN. Il suo importo dipenderà dal volume dei costi deducibili e dal livello massimale ammissibile di aiuti pubblici concessi in una determinata regione, nonché dalle condizioni economiche dell’impresa richiedente.

Nell’ambito dell’attuale campagna di reclutamento si possono avere i seguenti costi qualificabili, ammissibili per il cofinanziamento:
1. l’acquisto di beni immobili non edificati o edificati (incluso l’acquisizione del diritto di usufrutto),
2. l’acquisto, la fabbricazione e le spese di istallazione nonché di avviamento di nuove immobilizzazioni materiali diverse da quelle di cui al punto 1, esclusi i mezzi di trasporto acquistati da un imprenditore operante nel settore dei trasporti,
3. l’acquisto di immobilizzazioni materiali di seconda mano, inclusi i costi di istallazione e avviamento di immobilizzazioni usate diverse da quelle specificate al punto 1, esclusi i mezzi di trasporto acquistati da un imprenditore operante nel settore dei trasporti,
4. l’acquisto di opere e materiali da costruzione finalizzato alla costruzione o ampliamento di edifici, strutture o loro parti,
5. l’acquisto di beni immateriali sotto forma di brevetti, licenze, know-how e conoscenze tecniche non brevettate,
6. sostenere i costi relativi al leasing o all’affitto di terreni, edifici e strutture edilizie o loro parti, fino al giorno di completamento del progetto di investimento tecnologico,
7. le spese sostenute per studi, perizie, concetti e progetti tecnici realizzati da consulenti esterni, necessari per implementare nuove tecnologie come parte degli investimenti tecnologici.

Autore: Barbara Chaczko, responsabile dell’ufficio progetti, Bosetti Global Consulting